Coltelli forgiati palissandro

La linea di coltelli forgiati realizzati nella famosa città dei coltelli, Maniago (Nord Est Italia) hanno un manico in legno di palissandro e lama in acciaio inossidabile. Con forgiatura si intende una successione di fasi artigianali o industriali di lavorazione del metallo. Un procedimento di varie trasformazioni plastiche. La deformazione plastica a pressione del metallo avviene a 950° C di temperatura e che precede la fase di stampaggio a caldo. Questa lavorazione conferisce al prodotto finito resistenza, solidità e durata. I coltelli forgiati sono più prestigiosi, e quindi più costosi, ed esteticamente più belli. Garantiscono una migliore qualità di taglio perché la forgiatura consente di ottenere una grana uniforme e fine della lama che migliora la capacità di taglio e la durata dello stesso. Un buon coltello mantiene a lungo il filo (affilatura). Il taglio prodotto con un coltello ben affilato, infatti, non disperde gli umori, i sapori, e non trancia malamente le fibre. Il coltello forgiato non va confuso con quello "stampato": per distinguerlo basta cercare l’ingrossamento tra la lama e il manico, "bolster" ( in inglese, appoggio) che conferisce peso al manico per una migliore bilanciatura del coltello. Materiali utilizzati: Acciaio inossidabile X 50 Cr Mo V 15 (1.14116). Durezza dopo il trattamento termico: Hrc 56-58. Rivetti del manico: acciaio inox 304 Manico in legno di Palissandro. Manutenzione: I coltelli andrebbero usati solo per le finalità per cui sono stati creati. Si consiglia il lavaggio a mano in acqua calda, garantendo così l'integrità del prodotto e la sua durata nel tempo. Dopo il lavaggio è sempre opportuno asciugare il coltello con un panno asciutto e pulito.

Imposta ordine discendente

1-12 of 17

Pagina:
  1. 1
  2. 2

Imposta ordine discendente

1-12 of 17

Pagina:
  1. 1
  2. 2